Ausili informatici

Gli ausili informatici

I software ingrandenti:

Si tratta di programmi “trasparenti” che non vanno in conflitto con gli altri programmi residenti sul disco fisso. Hanno diverse modalità di presentare l’ingrandimento (a tutto schermo, a metà schermo, stile lente di ingrandimento, ecc) con grandezze dell’immagine da 2 a 16 volte. Altre funzioni permettono di cambiare i contrasti consentendo agli utilizzatori di ottenere la modalità a loro più utili. Alcuni sono disponibili con il sintetizzatore vocale. In questo modo è possibile essere guidati anche da una voce durante l’esecuzione visiva delle varie operazioni. La sintesi vocale è particolarmente utile quando non si vuole avere una visione parziale dello schermo; l’ingrandimento infatti riduce – proporzionalmente alle volte selezionate – le immagini presenti sullo schermo.

Gli screen reader:

Sono sintetizzatori vocali in formato software. Sono programmi trasparenti che non vanno in conflitto con gli altri programmi residenti sul disco fisso. L’utilizzo degli screen reader serve per vocalizzare tutte le operazioni che consentono l’uso del PC. Il loro avvento ha reso possibile l’uso del PC agli ipovedenti ed ai ciechi. Infatti, consente loro di gestire programmi come Windows 9x, Me, NT4, 2000 e XP, nelle sue suite più importanti come Microsoft Office, Corel drawn, Word Perfect; oltre ad Internet, Eudora, ecc.

I sistemi O.C.R. (Optical Character Recognizer):

Sono programmi software che consentono di riconoscere le lettere che vengono riprese da una telecamera scorrevole su di un piano (scanner) per la ripresa di testi e/o immagini. Si tratta di software che, in combinazione con uno scanner, permettono di acquisire qualsiasi documento stampato. Una volta “caricato” il testo può essere ingrandito, modificato per carattere, colore, spaziatura e vocalizzato tramite la propria sintesi vocale. Ultimamente alcune case hanno realizzato particolari piccolissime camere che “scattano” una foto del testo ed in pochissimi secondi il testo visualizzato e recitato. Con questa combinazione “camera+O.C.R.” è possibile registrare un libro di 400 pagine in 15 minuti e poter poi disporre del libro (in voce e/o ingrandito) ogni qualvolta lo si vorrà leggere.